Trofeo NUTI 2018

Il meteo ci ha regalato un’ ultima bellissima regata di Vela al Terzo al trofeo Nuti 2018, ultima regata del campionato 2018 AVT, organizzata dal Circolo Velico Casanova.

Al contrario delle previsioni che davano vento debolissimo, un vento fresco di 6 o 7 nodi da N NE ci ha accompagnato per gran parte della regata, con grande divertimento per i regatanti, finalmente stanchi dell’afa dei mesi estivi.

Solamente le retrovie della seconda partenza, le classi più invelate, ha avuto un leggero calo di vento ed una rotazione a destra che gli ha costretti a tirare qualche bordo in più di bolina rispetto ai primi, impegnati in una vera e propria divertentissima gincana di bolina stretta, poppa- traverso, bolina larga, per tutta la lunga regata. 

Queste condizioni di regata, in cui non si fanno virate per raggiungere la boa sopravento, vengono definite … in maniera dispregiativa, “corse di cavalli – oppure gincane ”, non essendoci stata nessuna virata ( almeno per gran parte della flotta) per raggiungere la boa sopravento.

Queste regate avvantaggiano le barche ( i cavalli) più veloci di carena, oppure quelle meglio regolate al traverso – bolina larga- poppa, a scapito della strategia dei buoni tattici di bolina, che sanno bordeggiare sugli scarsi di vento e guadagnare strada sulle piccole rotazioni del vento, cioè i più bravi, che sono quelli che sanno risalire il vento a son di virate, facendo meno strada degli avversari, sono questi i veri campioni !

Detto questo, siccome sono arrivato PRIMO ASSOLUTO mi nasce spontaneo : GRANDISSSSSIMA … BEISSSSSSIMA … REGAT AAAAAAAAAAAAA ! ( …) ovviamente ?

Stendere il campo non era facile, buona l’idea del “Resto” di spostare a SUD la partenza, per permettere di allungare la bolina, lontano ( tranne nell’ultimo tratto) dalle fastidiose, non che odiose, forse maledette ?, ONDE, generate dai soliti, deprecati, criticati, odiati, e chi più ne ha più ne metta … motoscafi in rotta milionaria ( …) tra l’aeroporto e Venezia, in questa stagione BOOM turistica dell’anno.

Era prevista una rotazione a destra, che però si è verificata solo tardi. Dunque la stesura del campo non era facile.

Nel primo giro il vento era quasi da Nord. 
Se si si fosse spostata la boa a sinistra, per permettere di fare qualche bordo, saremo finiti in una zona di bassa marea che nessuno conosce e naviga mai ! 
Dunque è stata forse una decisione obbligata, il campo davanti a San Giuliano purtroppo è quello che è.

Il campionato è concluso, ci resta il ricordo di 8 regate bellissime, sempre con vento adatto alle nostre barche, un vero regalo per noi amanti della Vela al Terzo.

Complimenti ai primi 3 classificati delle varie categorie, ma soprattutto complimenti ai Velaterzisti di buona volontà che portano avanti il movimento coinvolgendo i giovani, che sono il nostro futuro.

Parlo di quelli che portano i figli in barca, oppure gli adolescenti, come il mio amico e Mito, LEON, che ha un prodiere adolescente altissimo e bravissimo che sembra l’Arcangelo Gabriele in persona, mica dipinto sulla prua ! 
LEON, al secolo Bruno Gasparon, che sembra aver fatto un patto con il tempo, permettendosi di essere sempre tra i primi alla soglia degli 80 anni, dopo aver vinto 9 campionati di Vela al Terzo, lui è il mio punto di arrivo non raggiungibile.
Che dire poi delle donne della Vela al Terzo, forse nessuno ci ha fatto caso, ma credo siamo l’unica classe velica con più donne in equipaggio e soprattutto al timone del mondo ! I nostri amici Siciliani della Vela Latina se ne sono sorpresi.
Ma la cosa che noi maschi un po’ “beceri maschilisti” notiamo, ( chiedo scusa alle Donne per questa osservazione non sportiva) è che il tasso di belle donne, qualsiasi sia lo loro età, al timone di una barca di Vela al Terzo è molto alto ! Sarà un caso ?

Finita è la stagione ? Tutto finito ? No ! La Vela al Terzo è bella, ed una cosa bella è bella anche con le luci spente e se non c’è nessuno a guardarla.

Quanti mesi occorrono per scrivere una frase che uguaglia in potenza la bellezza delle cose. 
In Inverno parleremo molto di di Vela al Terzo nei progetti per il 2019.

La Vela al Terzo è bella ! Oltre un certo grado la bellezza, come ad esempio l’eleganza, non è più una semplice sfida all’imperfezione ed alla miseria del mondo, ma una provocazione, anzi un oltraggio: ciò spiega l’odio che non poca gente, parlo di quelli con grossi motori che fanno grosse onde a Venezia, nutre verso di noi ! … Meditiamo …

Viva le Vela al Terzo .

Complimenti al CVC per l’organizzazione di questa bellissima regata, dedicata a Franco Nuti, persona splendida che conobbi più di 25 anni fa, e che grande risalto diede alla Vela al Terzo presso il Circolo Velico Casanova.

Foto Galley della Regata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *