1° Maggio 2019 Regata dei Fortini ancora un grande successo.

 

Superate le 50 barche a Vela al Terzo in regata ai Fortini 2019 !

Questa regata è un classico, per alcuni la regata più bella.

Si svolge attorno alle misteriose e leggendarie isole sperdute della laguna Sud, tra i fantasmi di Poveglia, tombe di antiche Galee Veneziane a Boccalama, mostruosi Cani Cerberi a tre teste, guardiani dell’isola Campana, ruderi di batterie cannoniere austriache, all’Ex Poveglia, ed infine il Fisolo, l’isola che non c’è, sperduta ed abbandonata da tutti, la in fondo alla laguna Sud.

Gli ampi spazi lagunari, il vento sempre generoso di Maggio, dove l’escursione termica tra mare e terra genera la migliore e forte brezza, la temperatura frizzantina, fanno di questa regata un evento immancabile per noi regatanti al Terzo.

Anche oggi, come al “Boccolo” le previsioni meteo non hanno sbagliato, regalandoci sole ed un bel vento in crescita da 7, a 10 e poi 9 nodi nel finale.

Tra le barche che si sono distinte, Sisa del CVC sorprende, battendo il più blasonato Soravento, ed il missile Arzento Vivo, con un primo assoluto da incorniciare.

La battaglia più bella e stata nella classe Verde dove un superlativo Leon portato con maestria dal mito ottantenne Bruno Gasparon, oggi velocissimo, ha dovuto cedere il primo posto solo negli ultimi metri a Rosso Veneziano, dopo essersi alternati alla testa della Verde in una leale battaglia senza tregua. Bruno Gasparon viene chiamato sul podio, mentre io mi prostro in uno “scherzoso” e referenziale inchino alla sua superiorità, “no ti gha rispetto degli anziani … mi grida Bruno dal palco” ridiamo …

Nella classe Marrone, Volpoca e Minokuromasanette precedono il “missile” Zen Barba Andrea, troppo vento oggi le lo Zen.

Nella azzurra Nonna Patata precede l’incalzante Cristina, in netto recupero sul maestoso Topo da regata.

Nella Gialla Arzento Vivo su Marmotta e Toga, Corsaro su Mafalda e Marangona nella arancio.

L’ottimo rinfresco alla Canottieri Giudecca ha concluso la splendida giornata.

Un grazie ad AVT ed a Canottieri Giudecca per la splendida organizzazione.

Aneddoti :

La piovra classe Blue in una raffica “disalbera” senza conseguenze, ( e sono due, dopo Alice lo scorso 25 aprile) . Il paron Giri Renato commenta così il tragico evento : “ gavemo sentio un CRICK, dopo un altro CRICK, go ditto a tutti spaventai, che xe rumori normali su questa barca. Dopo ghavemo sentio CROCK e quindi CRACKKK ! L’albero se gha dolcemete accasciato, una dolce morte, la grande Piovra se gha tocià in acqua, a xe tornada ala sua casa, e cussì anca noialtri …. a motor però ( …) qualchedun su sta barca PORTA SFIGHAAAA !!!

Giacomo

Regata dei Fortini 19 Classifiche


Giornata Bellissima!
Percorso Bellissimo!
Organizzazione perfetta! Giudici perfetti!
Regatanti sempre più tecnici e più bravi!
Cosa potrei desiderare di più? Forse una solo cosa…..
Per tutti i Regatanti e per tutti coloro che hanno organizzato fino ad ora e organizzeranno in seguito. Prima di cominciare il buffet cercate almeno di aspettare il Vostro Direttore Sportivo ed i Giudici di Regata, così scambiamo due parole insieme, beviamo un bicchiere di vino e ci rilassiamo un momento….
O perlomeno metteteci da parte qualcosa… In questo modo non perdo l’entusiasmo… Vi ringrazio !!!
In calce

Classifiche Generale
Classifiche di Categoria
Classifica Assoluta Fortini

Boccolo 2019, analisi tecnica.

Analisi tecnica della prima bolina della bella regata del Boccolo 2019.

Alcune barche che hanno scelto per tattica o per strategia la destra del campo per raggiungere la Boa di Bolina, hanno avuto un notevole vantaggio rispetto a quelle che, partite mure a dritta hanno scelto la sinistra.

Nella prima bolina si è verificato un “basculamento del vento” di 10° a destra, come ben riporta il sito Windfinder, evidenziato nella foto.

Grazie alla rotazione favorevole alcune barche della seconda partenza, ( Leon, Barba Andrea, Rosso Veneziano etc ..) hanno fatto un solo bordo per raggiungere la Boa, facendo molta meno strada di quelle che hanno scelto la sinistra, notate le traiettorie nella foto.

Un’altra cosa da notare è l’aumento del vento a metà regata, verso la fine del lato di lasco e nel traverso, e nell’ultima bolina il vento era fisso a 9 Nodi.

Nell’ultima bolina, essendo il vento tornato a 120°, le nasse in mezzo al campo hanno fatto la selezione, scegliendo di passarle lasciandole a sinistra si finiva letteralmente al  “….macello” sotto Venezia, dove il vento era instabile e per tagliare il traguardo (storto a destra rispetto alla direzione del vento),  con una sola virata dopo la Boa gialla noi su Rosso Veneziano abbiamo dovuto virare alla fine del canale di San Secondo. Dunque occorreva passarle lasciandole a destra .

Una bellissima regata molto tecnica, dove per vincere occorreva sicuramente una barca veloce, ma anche una buona strategia e tattica di regata.

Giacomo

Il “Commento” della Regata del Bòcolo

Regata del Bòcolo 2019, un perfetto inizio di stagione.

 
48 parche in regata, un inizio di stagione di grande successo.
Un campo di regata, perfetto, disegnato esattamente secondo le previsioni meteo, con un vento sugli 8 nodi sui 100 gradi da ESE. 
La marea non altissima in realtà non ha dato nessun problema, ottima la profondità nel circuito a triangolo. 
Una bellissima lunga prima bolina, dove era favorita la destra del campo, poi un lasco fino al Metereologico, quindi un velocissimo traverso, dove le barche al terzo hanno dato il meglio,  raggiungendo velocità vicine alla velocità del vento, infine una bolina  tra le nasse dove non bisognava sbagliare il bordeggio, dove era nettamente favorita la sinistra. 
Dunque una bellissima regata tecnica con un vento perfetto. 
Un ringraziamento al comitato di regata, ed a tutta l’organizzazione AVT. 
La degustazione di piatti tipici popolari ( musetto, guanciale, milza, nervetti, polpette etc ..) in un  caratteristico rinfresco ai 3 Archi dalla “Marisa” ha concluso la splendida giornata di Vela al Terzo.
Le barche in evidenza, oltre alla solita ammiraglia CVC classe Blue “Soravento”, prima di classe  : 
Arzento Vivo  classe Gialla, un vero missile con quel vento, prima assoluta.
Barba Andrea classe Marrone un missile “marrone”
Nonna Patata, classe azzurra,  splendido Topo Veneziano da Regata, probabilmente la barca più bella della flotta.
Il solito Leon, che a 80 anni infila tutti in una superba partenza mure a sinistra, ma poi bisticcia con una Boa.
Nalla classe Verde viene chiamata prima “Luna”, barca che fa poche regate, ma quando le fa di solito sparisce alla vista di tutti, facendo bordi “misteriosi” vincendo con distacchi astronomici.
Sembrava anche questa una delle sue performance, ma fortunatamente per noi su Rosso Veneziano, era partita 10 minuti prima !!
 
Aneddoti :
Alice classe Verde sta per tagliare il traguardo Terza assoluta, ma l’albero in legno lamellare si “spezza” a 100 metri dal traguardo,  e regata a Leon un meritato terzo posto. 
Nicola Zennaro è secondo assoluto all’ultima Boa ma arriva solo quarto, è al timone della veloce barca di Serena Verigola. Dopo l’arrivo parte lo “sfottò” : … ciao Nicola non te vedo “sereno” dove ti te gha “iverigolà” ?  Se gha rotto el caricabasso !  Ahhh ok !
 
Tra solo una settimana ci aspetta una delle regate più belle, la Regata dei Fortini, impossibile mancare !
 
Giacomo

Nuovo Regolamento di Regata

A tutti i Soci e simpatizzanti dell’Associazione Vela al Terzo,

in data 17 aprile 2019 in occasione dell’Assemblea dei Soci è stato cambiato il regolamento di Regata in calce al punto 24 riguardo ai punteggi della classifica del prossimo campionato 2019.
In sintesi dopo approvazione dell’assemblea all’unanimità è stata rimessa in atto la “regata di scarto” ma con la variazione che il punteggio della regata scartata sarà del 50 per cento.

Per ciascuna imbarcazione sono sommabili, ai fini della classifica finale, i punteggi ottenuti nelle regate valide della stagione (non annullate dall’organizzazione) riducendo del 50 per cento il punteggio del risultato peggiore (ad esempio se il risultato peggiore di tutte le regate previste è pari a 10 punti verranno conteggiati solo 5 punti, mentre se una o più regate non vengono disputate il risultato sarà 0).

Prendendo atto della decisione dei Soci, ci auguriamo che il Campionato 2019 sia sempre un momento di stimolo per affinare le proprie competenze con la Laguna e con i Naviganti che esercitano la nobile arte di saper veleggiare.

Vi raccomando l’armonia con il proprio equipaggio e con gli altri armi con cui ci confronteremo!

Iscrivetevi in tanti! C’è tanto bisogno della nostra presenza in Laguna!!!
Ecco il link per chi vuole scaricare il nuovo regolamento di Regata: